sposa infedele

La promessa Sposa

Questa è la storia di Francesca, una ragazza che nonostante la promessa di matrimonio aveva voluto regalare e regalarsi gli ultimi momenti di eccitante passione con il suo amante. Dopo quell’ultima serata non sarebbe rimasto null’altro che eccitanti racconti erotici.

 

La promessa sposa che amava trasgredire

Quella sera Francesca aveva accettato con un misto di timore e goliardia l’invito ad uscire da parte del ragazzo con cui, da alcuni mesi, aveva avviato una relazione piuttosto trasgressiva basata su incontri innocenti e uscite a bere ‘qualche cosa’ che finivano quasi sempre con il salire a casa sua dove i due poi finivano per fare l’amore.

Lei era fidanzata storicamente con un ragazzo a cui era molto legata ma amava molto conoscere persone e piacere, era sempre stata la ragazza in grado di fare perdere la testa a chiunque: una mora bellissima con un fisico in grado di fare girare qualsiasi tipologia di uomo per strada al suo passaggio.

La sua bellezza aveva attirato le attenzioni di un ragazzo molto spavaldo che aveva cominciato con grande pazienza a corteggiarla e la sua pazienza era stata abbondantemente appagata col fatto che era riuscito a diventare l’oggetto con cui lei poteva uscire dalla sua vita troppo inquadrata e con il quale poteva giocare ad un gioco stuzzicante.

Quel giorno però Francesca doveva comunicargli che il gioco, seppur bello, era destinato a finire e voleva farlo in maniera tale da non trascinarsi dei ‘rimasugli’ nella nuova vita che doveva intraprendere, era però contemporaneamente tormentata dal fatto che, chiudere questo suo gioco, in fondo le dispiaceva quindi, come sempre, usci quella sera non sapendo bene come sarebbe finita e come avrebbe reagito.

Aveva deciso di essere fedele al suo ragazzo ed iniziare una nuova vita quindi si era imposta di non cedere e passare semplicemente una bella serata con un amico (cosa che era già successa in alcune altre uscite senza finale bollente).

 

La sera dell’incontro

La serata era passata in un locale a bere qualche bicchiere parlando di tutto ma non aveva trovato il momento (o la voglia) per introdurre l’argomento che doveva comunicare, a fine serata come sempre lui gli aveva proposto di andare da lui per continuare a parlare un poco e lei aveva accettato.

La serata era molto allegra e piena di risate, aveva detto esplicitamente al suo ragazzo che sarebbe uscita con l’amico in maniera tale da avere qualche scusante nel caso le cose si fossero complicate, prima di salire da lui aveva poi mandato un messaggio dicendo che saliva dall’amico per consegnargli le partecipazioni (cosa che aveva in realtà messo un poco in apprensione il fidanzato).

Appena entrati in casa sua, dopo qualche allusione da parte del ragazzo, cominciarono a baciarsi e lui cominciò a pregustarsi il proseguo, dopo una fase lunga di baci sempre più appassionati la sua lingua avrebbe smesso di cercare quella di lei per cominciare a scendere prima sul collo e poi sui suoi splendidi seni che avrebbe scoperto lentamente andando a seguire con la lingua le sue forme, si sarebbe poi concentrato sui suoi capezzoli che avrebbe accuratamente leccato succhiato e morsicchiato rigorosamente in questa sequenza.

Questo sarebbe stato, come sempre, l’antipasto con cui iniziare ma che poi avrebbe portato inevitabilmente la sua lingua sul clitoride di lei sempre dopo averla spogliata lentissimamente (per godersi al massimo lo spettacolo del suo corpo incredibilmente bello e a cui risulta impossibile abituarsi).

Avrebbe giocato a lungo col suo clitoride fino a fermarsi per non farla venire troppo presto, una volta nudi l’avrebbe poi portata sul letto e avrebbe cominciato a penetrarla in maniera sempre più forte fino finalmente a venire.

La brutta sorpresa

Purtroppo i suoi programmi furono repentinamente interrotti da lei che, capito il fatto che si stava eccitando (e quindi che la situazione diventava ‘pericolosa’) lo fermò comunicandogli la notizia e dandogli il biglietto di partecipazione alle nozze, vedendo però la delusione negli occhi del suo compagno di avventure (e vedendo quanto era eccitato) ridendo gli disse: ‘Se fai il bravo per l’ultima volta ti faccio un contento, lui le rispose ‘prova ma sono molto triste!’ .. dovrai essere brava.

Le allora gli abbasso la i pantaloni e, continuando a baciarlo gli sussurrò frasi all’orecchio del tipo : ‘goditi l’ultimo giro vedrai che non te ne pentirai’.

 

Il finale a sorpresa

Erano in piedi contro una libreria e lei scese, gli liberò il pene dalle mutande (che comunque non riuscivano a contenerlo) e cominciò a giralo in tutti i modi tenendolo con due dita sulla punta come per studiarlo, mentre lo girava non risparmiava commenti sull’uso che se ne poteva fare e lui non riusciva più a resistere questa tortura.

A quel punto lei ebbe compassione e cominciò a leccare prima le sue palle facendo piccoli e maliziosi lecchi e tenendo la bocca piuttosto lontana faceva agire la punta della sua lingua in maniera da stimolarlo al massimo, poi salì verso la base del suo pene, comincio a leccarlo dalla base fino alla punta.

Ad ogni giro della sua lingua, ridendo, chiedeva al ragazzo se era soddisfatto e lui naturalmente non era mai contento, anche a lui infatti piaceva un sacco la situazione. Lei allora cominciò a prenderlo in bocca in maniera decisa e, dal leccarlo sui lati, comincio a prendere in bocca il suo pene incredibilmente eretto.

Ad ogni ciclo, in cui lo prendeva in bocca dalla punta sino alla base, si soffermava molto sul glande sapendo che lo avrebbe fatto impazzire, capì poi dopo qualche minuto che sentiva il suo amico gemere che la sua vittima non avrebbe retto a lungo quella situazione, cosi si interrogo se terminare facendosi venire in bocca oppure andarsi a godere lo spettacolo per l’ultima volta del suo amante che viene.

Optò, con grande dispiacere di lui, per salire e finirlo con la masturbazione, nel  contempo però oltre a masturbarlo, lo baciò appassionatamente.

Dopo poco, inevitabilmente, lei comincio’ a sentire che il suo sperma stava uscendo copioso e stava andando ad innondare qualsiasi cosa a tiro nella stanza.

Fu veramente l’ultima volta nella quale lei ebbe a fare sesso con lui e, Francesca, finì la serata con un più rassicurante ditalino una volta a casa (pensando ad un finale alternativo della serata ) fu comunque molto contenta di aver resistito e aver limitato i danni.
Unico problema fu rappresentato dal pulire bene il biglietto delle partecipazioni che era finito sul pavimento ai loro piedi e che anche al matrimonio avrebbe portato i segni evidenti della serata.

Lascia un commento